09/01/2013
Rifiuti e autolavaggi. Si ritorna al vecchio MUD
D.P.C.M 20 dicembre 2012
leggi...
19/09/2012
Il Consiglio Direttivo di Federlavaggi ha deliberato alcune modifiche statutarie
MODIFICHE STATUTARIE
leggi...
15/06/2012
SOSPENSIONE DEL SISTRI
A seguito di necessità tecniche ed informative in merito al funzionamento effettivo del Sistri, lo stesso è sospeso per verifiche da effettuare al piu' tardi entro il 30 giugno 2013.
leggi...
28/03/2012
Modalità di presentazione MUD: anche con i vecchi moduli
Il Mud da presentare entro il 30 aprile relativamente al 2011 puo' essere compilato online accedendo al portale Sistri oppure utilizzando la vecchia modulistica online ovvero cartacea
leggi...
Statuto
INDICE

Titolo I – Costituzione, denominazione e scopi Titolo II – I Soci Titolo III – Gli Organi associativi Titolo IV – Articolazioni interne Titolo V – Fondo comune e bilanci Titolo VI – Modificazioni dello Statuto e scioglimento dell’Associazione TITOLO I
COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SCOPI


Art. 1 – Costituzione e denominazione
Tra le Imprese esercenti, in Italia, l’industria del lavaggio per l’autotrazione, è costituita, con durata illimitata, l’Associazione denominata “FEDERLAVAGGI – FEDERAZIONE TRA LE IMPRESE DEL LAVAGGIO PER L’AUTOTRAZIONE”.
Federlavaggi, con sede legale in Cesano Maderno, via Rossini n. 17, aderirà a Confindustria, ne adotterà il logo e gli altri segni distintivi, assumendo così il ruolo di componente nazionale di categoria del sistema della rappresentanza dell’industria italiana, quale definito dallo Statuto della Confederazione stessa. In dipendenza di ciò essa acquisirà i diritti e gli obblighi conseguenti per sé e per i propri Soci. L’adesione di Federlavaggi a Confindustria verrà perfezionata entro il primo anno di attività.
Federlavaggi adotta il Codice etico confederale e la Carta dei valori associativi che costituiscono parte integrante del presente Statuto, ispirando ad essi le proprie modalità organizzative ed i propri comportamenti ed impegnando i Soci alla loro osservanza.
Su delibera del Consiglio Direttivo, Federlavaggi può aderire ad Organizzazioni ed Enti nazionali, comunitari ed internazionali e può costituire, stabilendone organizzazione e compiti, delegazioni o uffici staccati sia in Italia che all’estero.


Art. 2 - Scopi Federlavaggi, apolitica e senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere, da sola od in collaborazione con altri enti, tutte le iniziative che nel campo economico, finanziario, tecnico e scientifico, possano giovare al comparto del lavaggio auto.
In particolare, Federlavaggi si propone di:
  • rappresentare le Imprese associate negli Enti e nelle Associazioni, nazionali ed internazionali, di interesse per il comparto del lavaggio auto;
  • promuovere, tra le Imprese associate, consultazioni, studi e ricerche di mercato per raggiungere obiettivi di carattere tecnico, economico e finanziario di interesse del settore, al fine di tutelarne l’attività industriale e promuoverne l’immagine;
  • curare e sviluppare i rapporti con le altre Associazioni nazionali ed estere per migliorare le rispettive conoscenze e per sviluppare le possibili sinergie ai fini di una promozione, anche internazionale, del settore;
  • fornire ogni supporto alle Aziende associate per ogni intervento anche al fine dell’applicazione di norme nazionali, internazionali e comunitarie di interesse delle Aziende stesse;
  • definire specifiche linee guida del comparto del lavaggio auto, finalizzate al suo innalzamento tramite il rispetto di standard qualitativi, ambientali, di sicurezza ed etici.
  • favorire la conoscenza e la maggior diffusione dei prodotti della filiera del lavaggio auto, facendosi anche promotrice di fiere, esposizioni e convegni, sia in Italia che all’estero, e facilitando la partecipazione ad essi delle Imprese associate;
  • erogare formazione professionale agli operatori del settore, al fine di elevare costantemente il livello del servizio da loro offerto al grande pubblico.


TITOLO II
I SOCI


Art. 3 - Perimetro della rappresentanza
Federlavaggi è stata fondata da sette primarie realtà produttive nel settore del lavaggio per l’autotrazione (Autoequip, Ceccato, Favagrossa, MA-FRA, Mix Istobal, Ryko, Washtec – Interwash), che in virtù di tale decisione sono considerate Soci fondatori.
Possono aderire a Federlavaggi:
  • come Soci effettivi, le Imprese con sede legale nel territorio nazionale che svolgono attività dirette alla produzione di beni e servizi nel settore del lavaggio per l’autotrazione, con un’organizzazione di tipo industriale e che si riconoscono nei valori del mercato e della concorrenza, nonché le Imprese, sempre operanti nel medesimo settore, che abbiano comunque nel territorio nazionale stabilimenti o magazzini di stoccaggio, secondo quanto previsto dallo specifico regolamento confederale;
  • come Soci sostenitori, grandi realtà imprenditoriali di consumo che presentino elementi di complementarietà, di strumentalità e/o di raccordo economico con le Imprese di cui al punto precedente;
  • come Soci aggregati, Società di servizi o attività artigianali aventi sede sul territorio nazionale e caratterizzate dall’attività operativa di lavaggio per l’autotrazione. Le Imprese che hanno i requisiti per essere Soci effettivi non possono essere associate come Soci aggregati. Tutti i Soci, come sopra descritti, vengono iscritti nel Registro delle Imprese di Federlavaggi e nell’analogo Registro tenuto da Confindustria, la quale certifica ufficialmente ed ad ogni effetto organizzativo l’appartenenza dell’Impresa al sistema.


Art. 4 - Ammissione e durata del rapporto associativo
La domanda d’adesione, sottoscritta dal legale rappresentante dell’Impresa, deve essere indirizzata al Presidente di Federlavaggi e compilata sugli appositi moduli.
La domanda deve contenere l’espressa accettazione delle norme del presente Statuto, di tutti i diritti ed obblighi da esso derivanti nonché del Codice etico confederale e della Carta dei valori associativi.
I rappresentanti delle Imprese che intendono aderire devono dare piena affidabilità sotto il profilo legale e morale, anche con riferimento al Codice etico confederale.
Nella domanda dovranno essere specificate le generalità del titolare o del legale rappresentante dell’Azienda, la natura dell’attività esercitata, l’ubicazione dell’Impresa e quant’altro richiesto da Federlavaggi.
Le domande vengono approvate dal Consiglio Direttivo.
Contro la deliberazione negativa del Consiglio Direttivo è possibile ricorrere al Collegio dei Probiviri che deciderà, in modo definitivo, entro sessanta giorni dalla data di ricevimento del ricorso che non ha effetto sospensivo.
L’adesione impegna il Socio per un periodo di tempo pari a dodici mesi, che decorrerà dal primo giorno del semestre solare in cui è stata presentata la domanda di iscrizione.
All’atto dell’ammissione il Socio si obbliga al pagamento a favore di Federlavaggi di un contributo ordinario annuale, specificato dal successivo art. 9 ed ad eventuali contributi speciali deliberati dell’Assemblea di Federlavaggi.
La Federlavaggi ha facoltà di promuovere procedimento giudiziario innanzi al Foro di Milano nei confronti dei Soci morosi o inadempienti che restano comunque obbligati al pagamento dei contributi associativi per l’anno in corso.
L’adesione s’intende automaticamente rinnovata di anno in anno, qualora il Socio non presenti le sue dimissioni, con lettera raccomandata, almeno tre mesi prima della scadenza dell’anno.
Il cambio di ragione Sociale non estingue il rapporto associativo.


Art. 5 – Diritti dei Soci
I diritti delle varie tipologie di Soci, purché in regola con gli obblighi statutari e secondo le modalità previste dal presente Statuto, sono i seguenti: a) il Socio fondatore ha diritto:
  • di partecipazione, intervento ed elettorato attivo e passivo in tutti gli organi di Federlavaggi;
  • di avere attestata la sua partecipazione a Federlavaggi ed al Sistema confederale nonché di utilizzare il Logo confederale nei limiti previsti dall’apposito Regolamento;
  • di ricevere le prestazioni istituzionali, di rappresentanza diretta di carattere politico – sindacale e di servizio, poste in essere da Federlavaggi e quelle derivanti dall'appartenenza al Sistema confederale;
  • di respingere la domanda di ingresso di un nuovo Socio in Federlavaggi, adducendo motivazioni oggettive e condivise dalla maggioranza assoluta del Consiglio Direttivo;
b) il Socio effettivo ha diritto:
  • di partecipazione, intervento ed elettorato passivo nell’Assemblea dei Soci di Federlavaggi;
  • di elezione di un proprio Consigliere Rappresentante, che farà parte del Consiglio Direttivo di Federlavaggi;
  • di avere attestata la sua partecipazione a Federlavaggi ed al Sistema confederale nonché di utilizzare il Logo confederale nei limiti previsti dall’apposito Regolamento;
  • di ricevere le prestazioni istituzionali, di rappresentanza diretta di carattere politico – sindacale e di servizio, poste in essere da Federlavaggi e quelle derivanti dall'appartenenza al Sistema confederale;
c) il Socio sostenitore ha diritto:
  • di partecipazione, intervento ed elettorato passivo nell’Assemblea dei Soci di Federlavaggi;
  • di elezione di due propri Consiglieri Rappresentanti, che faranno parte del Consiglio Direttivo di Federlavaggi;
  • di avere attestata la sua partecipazione a Federlavaggi ed al Sistema confederale nonché di utilizzare il Logo confederale nei limiti previsti dall’apposito Regolamento;
  • di ricevere le prestazioni istituzionali, di rappresentanza diretta di carattere politico – sindacale e di servizio, poste in essere da Federlavaggi e quelle derivanti dall'appartenenza al Sistema confederale;
  • di ricevere gli studi e le analisi di mercato svolte da Federlavaggi, finalizzate ad offrire loro strumenti sempre più dettagliati per orientarli nel mondo del lavaggio per l’autotrazione;
d) il Socio aggregato ha diritto:
  • di partecipazione, intervento ed elettorato passivo nell’Assemblea dei Soci di Federlavaggi;
  • di elezione di un proprio Consigliere Rappresentante, che farà parte del Consiglio Direttivo di Federlavaggi;
  • di ricevere le prestazioni istituzionali, di rappresentanza diretta di carattere politico – sindacale e di servizio, poste in essere da Federlavaggi e quelle derivanti dall'appartenenza al Sistema confederale;
  • di partecipare alle iniziative di formazione svolte da Federlavaggi, con l’obiettivo di elevare la qualità dei servizi da loro offerti sul mercato.


Art. 6 – Doveri dei Soci
L'adesione a Federlavaggi comporta l'obbligo di osservare il presente Statuto, le normative e le disposizioni attuative dello stesso nonché il Codice etico confederale e la Carta dei valori associativi.
L'attività delle Imprese associate deve essere esercitata secondo i principi della deontologia professionale ed imprenditoriale e non deve essere lesiva dell'immagine della categoria, tutelata da Federlavaggi, né di alcuno dei suoi partecipanti.
Le stesse Imprese, inoltre, hanno l'obbligo di attenersi ai comportamenti dovuti in conseguenza della loro appartenenza al sistema confederale.
In particolare il Socio deve:
  • partecipare attivamente alla vita associativa;
  • applicare convenzioni, contratti collettivi di lavoro ed ogni altro accordo stipulato da Federlavaggi o dalle altre componenti del sistema confederale;
  • non fare contemporaneamente parte di Associazioni aderenti ad organizzazioni diverse dalla Confindustria e costituite per scopi analoghi;
  • fornire a Federlavaggi, nei modi e nei tempi richiesti, i dati ed i documenti necessari all'aggiornamento del "Registro delle Imprese", o comunque utili per il raggiungimento degli scopi statutari;
  • versare i contributi associativi, secondo le modalità ed i termini fissati da Federlavaggi.
Nel caso di gruppi di Imprese facenti capo ad un unico organismo di controllo, sussiste per tutte le Imprese del gruppo di cui l'obbligo dell'adesione a Federlavaggi.
La Federlavaggi, inoltre, è impegnata a promuovere il completo inquadramento delle proprie Imprese associate nelle componenti territoriali del sistema confederale, anche attraverso la stipula di convenzioni di inquadramento.


Art. 7 - Sanzioni
I Soci che si rendessero inadempienti agli obblighi del presente statuto sono passibili delle seguenti sanzioni:
  • sospensione del diritto a partecipare all'Assemblea di Federlavaggi;
  • censura dal Presidente di Federlavaggi, comunicata per iscritto e motivata;
  • sospensione da ogni servizio e da ogni attività Sociale, per un periodo non superiore a sei mesi;
  • decadenza dei rappresentanti dell’impresa che ricoprono cariche in Federlavaggi;
  • decadenza dei rappresentanti dell’impresa che ricoprono incarichi in sedi di rappresentanza esterne di Federlavaggi;
  • sospensione dell'elettorato attivo e passivo;
  • espulsione nel caso di ripetuta morosità o di altro grave inadempimento agli obblighi derivanti dal presente statuto o dal Codice etico confederale.
Le sanzioni vengono deliberate in alternativa, od anche cumulativamente, dal Consiglio Direttivo.
E' ammessa, in ogni caso, la possibilità di proporre ricorso ai Probiviri nel termine di quindici giorni decorrenti dalla data di notifica del provvedimento.
Il ricorso non ha effetto sospensivo.


Art. 8 - Cessazione della condizione di Socio
La qualità di Socio si perde:
  • per dimissioni, nei modi e nei termini previsti dall’articolo 4;
  • per cessazione dell'attività esercitata;
  • per fallimento dichiarato, con sentenza passata in giudicato;
  • per espulsione nei casi previsti dall'articolo 7.
In ogni caso il Socio non è esonerato dal rispetto degli impegni assunti, a norma dell'articolo 4.
Con la risoluzione del rapporto associativo, il Socio perde automaticamente gli incarichi di rappresentanza esterna nonché la titolarità delle cariche Sociali all'interno di Federlavaggi e del sistema confederale.
L’Impresa, il cui rapporto associativo cessa, è comunque tenuta al pagamento dei contributi associativi secondo quanto fissato di seguito:
  • nel caso di dimissioni entro i termini, comunicazione della cessazione di attività, fallimento dichiarato con sentenza passata in giudicato o espulsione, sino alla data contrattualmente fissata di normale scadenza del rapporto associativo;
  • nel caso di dimissioni oltre i termini previsti dallo statuto, sino alla scadenza del rapporto associativo automaticamente rinnovatosi per un anno ai sensi dell’articolo 4;
  • nel caso di dimissioni per dissenso alle modifiche statutarie, in base al termine fissato dall’art. 26.


Art. 9 Contributi associativi
Le Imprese Associate sono tenute al versamento di un contributo che verrà determinato annualmente dal Consiglio Direttivo secondo le necessità di bilancio della Federlavaggi. La riscossione di detto contributo annuo, avverrà in un’unica soluzione anticipata.
L’ammontare dei contributi relativi, per l’esercizio 2006, alle differenti tipologie di Soci è specificato nell’allegato A) del presente statuto.


TITOLO III
GLI ORGANI ASSOCIATIVI


Art. 10 – Organi di Federlavaggi
Sono organi di Federlavaggi:
  • l’Assemblea dei Soci;
  • il Consiglio Direttivo;
  • il Presidente;
  • il Vice Presidente;
  • il Segretario;
  • il Tesoriere;
  • il Collegio dei Revisori dei conti;
  • il Collegio dei Probiviri.
Art. 11 Assemblea dei Soci: attribuzioni
Spetta all’Assemblea dei Soci:
  • eleggere il Consigliere Rappresentante dei Soci effettivi, che sarà membro del Consiglio Direttivo di Federlavaggi;
  • eleggere i due Consiglieri Rappresentanti dei Soci sostenitori, che saranno membri del Consiglio Direttivo di Federlavaggi;
  • eleggere il Rappresentante dei Soci aggregati, che sarà membro del Consiglio Direttivo di Federlavaggi;
  • eleggere i Revisori contabili;
  • eleggere i Probiviri;
  • approvare gli indirizzi generali ed il programma di attività proposti dal Presidente;
  • determinare gli indirizzi e le direttive di massima dell'attività di Federlavaggi ed esaminare qualsiasi argomento rientrante negli scopi di Federlavaggi stessa;
  • approvare il bilancio consuntivo;
  • deliberare su ogni altro argomento ad essa sottoposto dal Consiglio Direttivo o dal Presidente.
Art. 12 – Assemblea dei Soci: composizione
L’Assemblea dei Soci è composta dai rappresentanti di tutte le Imprese associate in regola con gli obblighi statutari e con il versamento dei contributi, che può essere effettuato fino al giorno precedente la data dell’Assemblea.
Ciascun Socio potrà rappresentare uno o più altri Soci, purché munito di regolare delega scritta.
Per la costituzione legale dell'Assemblea e per la validità delle sue deliberazioni è necessario l'intervento di tanti Soci che rappresentino almeno il 50 per cento degli iscritti.
Non raggiungendo questo numero di voti, la sessione è rimandata a non più di trenta giorni dalla prima convocazione; nella seconda convocazione l'assemblea è valida qualunque sia il numero dei Soci presenti o rappresentati.
La data di questa sessione può essere fissata nello stesso avviso di convocazione della prima.

Art. 13 – Assemblea dei Soci: riunioni, convocazione, costituzione e deliberazioni
L'Assemblea dei Soci si riunisce:
Documenti
Statuto
info@federlavaggi.org
© 2011 Federlavaggi